Secoli Danzati

Coordinamento artistico: Annagrazia D'Antico, Matilde Demarchi

Fonte: materiale letterario, coreografico e video

Testi: Giangiacomo Pace

Interpreti: Ensemble Arkè con la partecipazione di Annagrazia D'Antico e Matilde Demarchi

Durata: 1 h e 30

Fascia d'utenza: a partire dai sei anni

Esigenze tecniche: teatro o ambiente oscurabile con possibilità; di proiezione video frontale o in retro

Esplorazione dell'evoluzione dell'arte del movimento, della pittura e della letteratura attraverso i secoli

Secoli Danzati è un "racconto incompiuto" sulla storia della danza.

“In un tempo lontano, tanto lontano da non essere calcolabile, sul pianeta Capum la storia dell'universo prese una direzione imprevedibile. Non furono le radiazioni delle stelle a risvegliare la vita o i gas e le fiamme dei vulcani primordiali, ma il suono e il movimento dei mari. Le prime creature presero coscienza di sé cantando e muovendosi sulla musica del loro mondo e nutrendosi della forza di quelle armonie.
Da allora è passato molto tempo, e le piccole e curiose creature del pianeta Capum hanno imparato a viaggiare tra i mondi facendosi trasportare dai venti stellari. Come i loro antenati facevano nelle antiche acque di Capum, così loro nuotano oggi esplorando la galassia alla ricerca di nuove sensazioni ritmiche da riportare sul loro pianeta.
L'alieno Blap osserva con interesse l'evoluzione dell'arte del movimento sulla Terra da secoli, danzando e imparando, senza mai essere visto da occhi umani”.

Lo spettacolo è parte di un progetto di ricerca, nato dall'esigenza di approfondire la conoscenza storica dell'arte coreutica. è un'antologia coreografica che prosegue il cammino di Arkè nel suo intento divulgativo. Una lente d'ingrandimento metterà; a fuoco pochi tasselli di un immenso mosaico in movimento: la storia della danza. Attraverso coreografie, musiche, immagini e testi, il palcoscenico si animerà; di gesti danzati liberamente ispirati ad alcune delle innumerevoli opere d'arte, dalla preistoria ai nostri giorni.

In un tempo lontano, tanto lontano da non essere calcolabile, sul pianeta Capum la storia dell'universo prese una direzione imprevedibile. Non furono le radiazioni delle stelle a risvegliare la vita o i gas e le fiamme dei vulcani primordiali, ma il suono e il movimento dei mari. Le prime creature presero coscienza di sé cantando e muovendosi sulla musica del loro mondo e nutrendosi della forza di quelle armonie.

Da allora è passato molto tempo, e le piccole e curiose creature del pianeta Capum hanno imparato a viaggiare tra i mondi facendosi trasportare dai venti stellari. Come i loro antenati facevano nelle antiche acque di Capum, così loro nuotano oggi esplorando la galassia alla ricerca di nuove sensazioni ritmiche, da riportare sul loro pianeta.

L'alieno Blap osserva con interesse l'evoluzione dell'arte del movimento sulla Terra da secoli, danzando e imparando, senza mai essere visto da occhi umani.
Lo spettacolo rappresenta una parte fondamentale del lavoro di Arkè nei suoi intenti di alfabetizzazione del pubblico e viene quindi realizzato sia per le scuole che per un pubblico eterogeneo.
Il progetto Secoli Danzati, che ha ricevuto il Patrocinio della Provincia di Torino nel 2002, è stato tradotto in più lingue ed è pronto per essere realizzato anche all'estero.

Gallery Secoli Danzati

Seguici su

Iscriviti alla newsletter di Arké